Sottacqua

La mia anima si è appesantita per anni
con il rumore dei giudizi altrui,
la pelle è diventata ruvida
perché le parole sanno graffiarti,
il freddo della loro ipocrisia
ha reso il mio corpo bianco.
La sabbia diventa il filo conduttore
tra i loro occhi e il mio imbarazzo,
mi alzo e mi avvicino al mare,
è talmente grande che non si accorgerà di me.
Mi tuffo e non sento più nulla,
le loro parole diventano ovattate
ma la mia insicurezza urla,
la sento più forte.
Alzo la testa,
fuori dall’acqua.
Loro sono così lontani,
sono sulla sabbia
non possono farmi del male
abbasso lo sguardo.
Il mio corpo immerso
sembra più sicuro,
la pelle è liscia,
il sole lo ha reso di un colore vivo.
Mi hanno sempre detto che nell’acqua il corpo sembra più leggero.
Se ci riesce il corpo,
potrà riuscirci anche la mia anima?

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...