Un’estate con Salvini

Io vorrei passarla un’estate con Salvini, scorrazzare nel mare con moto d’acqua gentilmente offerte dalle casse dello Stato, con la spensieratezza mentre, non poco più lontano da quelle acque, ci sono persone che muoiono per la sua propaganda politica.

Io vorrei passarla un’estate con Salvini, che si fa portavoce di chi afferma che il Pride sia una carnevalata ma considera normale che un ministro si presti a fare l’animatore tra alcol e tette, con la folla che lo acclama come fosse un tronista di uomini e donne,ospite nelle serate in discoteca.

Io vorrei passarla un’estate con Salvini che permette che un giornalista venga minacciato da un poliziotto, mentre fa il suo lavoro di informare gli elettori, gli stessi che pagano le vacanze del ministro e i suoi capricci.

Io vorrei passarla un’estate con Salvini, ballare con lui sulle note dell’Inno di Mameli remixato, lo stesso inno che lui ha sempre rinnegato, l’inno che accompagna quella bandiera che, come diceva lui, “serve solo per pulirsi il culo”.

Si, vorrei passare un’estate con lui, guardare la sua allegria e la sua strafottenza e invidiarlo perché io, a 23 anni, penso al mio futuro, a quello del mio paese, ai diritti che NON HO e sento come se tutto questo fosse come la sabbia che lui sta calpestando mentre si gode la vacanza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...